Berlusconi assolto, l’avvocato: «Un peccato non è un reato»

da IlSecoloXIX: Secondo monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, «Avvenire ha preso una posizione coraggiosa, che va sostenuta e confermata», perché «la legge arriva sino a un certo punto, ma il discorso morale è un altro».
Il riferimento è al commento del direttore del quotidiano dei vescovi, Marco Tarquinio,sull’assoluzione di Berlusconi , in cui «fa riflettere sulle modalità con cui è stato imbastito un processo accompagnato da grandi clamori (anche internazionali) e che ha avuto conseguenze serissime. Ma anche solo per il fatto che un simile processo sia stato possibile, è evidente che un’assoluzione con le motivazioni sinora conosciute non coincide con un diploma di benemerenza politica e di approvazione morale».
Galantino, parlando a margine di un convegno sul servizio civile, ha aggiunto che la questione non riguarda «solo Berlusconi: tutte le volte in cui c’è un’assoluzione bisogna andare a leggere le motivazioni». Portando a esempio la legge sull’aborto, il vescovo ha fatto presente che «se un fatto è legale non è detto che sia morale»...continua