Oscar Ferretti diffida Expo 2015

kaos66, satira, expo 2015
da Corriere: Al tappeto rosso più famoso del mondo ci è abituato, avendoci camminato tre volte con un Oscar in pugno e altre sei con una nomination per vincerlo. Ma sull’asfalto rosso del Decumano, quel chilometro e mezzo che sarà la via principale dell’Expo, ora dice che non metterà neanche piede. Perché è «sconcertato e arrabbiato». Perché lo aveva disegnato lui, con quelle grandi statue ai lati, e le altre installazioni, e tutto quel che insomma ne avrebbe fatto un’opera «sua», dello scenografo Dante Ferretti che tutto il cinema mondiale invidia all’Italia e il cui nome - non a caso - era stato speso dai vertici di Expo accanto a quelli di Armani e della Scala tra i marchi di qualità dell’inaugurazione. Peccato che della scenografia di Ferretti, almeno per l’apertura del Primo maggio, sul Decumano dell’Expo ci sarà poco o niente. Colpa dei vecchi ritardi accumulati in seguito alle prime inchieste, certo. Dei tagli che hanno imposto altre priorità, certo. E il Decumano modello Ferretti sarà comunque pronto il 2 giugno per la Festa della Repubblica. Ma a lui non basta, anzi. E così ieri ha scritto una lettera formale per «diffidare» l’Expo da una realizzazione parziale della sua opera. Se accadrà chiederà i danni... continua