DDL riforme alla camera



da La stampa..Maratona notturna alla Camera sul ddl riforme. L’esame degli emendamenti e l’approvazione quindi dei 40 articoli che riscrivono la Costituzione avviene però in un’Aula semivuota: le opposizioni infatti, come annunciato, non sono sedute ai loro banchi, con l’eccezione di una manciata di deputati del M5S e di Fi a presidio - secondo quanto raccontano loro stessi - del regolare andamento dei lavori. 
«Credo che a rammaricarsi debbano essere il centrodestra, le opposizioni - commenta il premier Matteo Renzi parlando in Transatlantico a Montecitorio - noi bene così, andiamo avanti». 

Assenze che sono «una ferita istituzionale», ammette però il deputato Pd Ettore Rosato chiudendo i lavori dell’Assemblea che vengono accolti da un applauso dei deputati. Anche se, aggiunge, «il percorso è ancora lungo e riusciremo a fare in modo che tutti sentano propria» questa riforma. A voler sottolineare poi l’importanza del passaggio che si è appena concluso la presenza del premier Matteo Renzi, che poco prima della chiusura dei lavori aveva fatto il suo ingresso nell’emiciclo. 

Il secondo atto della partita sulle riforme... continua